Carmelo Tropea in mostra con i suoi “giganti” a Reggio Calabria

(clicca sull’immagine per ingrandirla)

Pubblicato in Documenti | Contrassegnato | Lascia un commento

Francesco Anile, la melodiosa voce di Polistena nel mondo

Nato a Polistena il 12 Febbraio del 1962, Francesco Anile si diploma a pieni voti in clarinetto e canto al Conservatorio “Francesco Cilea” di Reggio Calabria.
Si perfeziona sotto la guida di Aldo Protti a Cremona e Ottavio Taddei a Firenze, mutando la vocalità da Baritono a Tenore. Nel 2001 segue i corsi di Alto Perfezionamento Lirico tenuti da Renata Scotto e Maja Sunara, presso il “Verdi Opera Festival” di Parma. Fra i numerosi riconoscimenti, il primo premio “E. Bastianini” al Concorso “Grandi Voci Toscane” di Campi Bisenzio e il terzo premio al Concorso Internazionale Mario Del Monaco di Marsala.

Dal 1999 calca i palchi dei teatri d’Europa e del mondo, guadagnandosi i favori della critica e del pubblico. Nel 2006, dopo una doppia esibizione al Teatro Nazionale dell’Opera di Zagabria (dove Continua a leggere

Pubblicato in Storie e volti polistenesi | Contrassegnato | Lascia un commento

Carmelo Tropea, il poliedrico artista polistenese

CENNI BIOGRAFICI

Carmelo Tropea, pittore ed artista poliedrico, è nato e vive a Polistena.
Da sempre attratto dall’arte, ha frequentato le botteghe dei maestri della scuola polistenese e, per quanto riguarda la lavorazione della cartapesta, quelli della grande scuole leccese, artisti dai quali trae spunto per la sua opera.
Artista dalla multiforme espressione, utilizza come strumenti della sua arte la pittura “olio su tela”, la cartapesta e l’argilla.
La sua formazione non è accademica, ma da autodidatta. Troverete alcune recensioni alla fine della sottostante galleria delle opere.
I recapiti di Carmelo Tropea sono:
Via Quattro Giornate di Napoli, 22 – 89024 Polistena (RC)
Tel. 0966 940379 – e-mail: carmelo.tropea@alice.it Continua a leggere

Pubblicato in Storie e volti polistenesi | Contrassegnato | Lascia un commento

Luciano Tigani, l’artista polistenese che dipinge le luci e le ombre del sud

Luciano Tigani nasce a Polistena il 12 dicembre 1966 dove tuttora vive ed opera.
Sente sin da bambino nascere in se l’ispirazione artistica, fin quando col passare degli anni, osservando la natura vivace e colorata dei luoghi a lui più cari della terra di Calabria, decide di fissare sulla tela bianca tali intense sensazioni Il risultato è da subito stupefacente, e ben presto Luciano inizia a partecipare a numerose collettive riscuotendo ottimi consensi.
L’artista comincia così a dedicarsi intensamente all’arte, allestendo personali sia in italia che all’estero e ricevendo così positive recensioni da parte di critici d’arte come Andrea Diprè e grandi artisti come Silvio Loffredo, maestro d’arte di grande fama. Continua a leggere

Pubblicato in Storie e volti polistenesi | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Inviateci le vostre segnalazioni sui polistenesi illustri

Stiamo raccogliendo le segnalazioni sui polistenesi, di nascita o di adozione, che meritano di essere inseriti nella sezione “Personaggi Illustri” e nella sezione libera “Ci segnalano”.
Utilizzate lo spazio “commenti” posto sotto questo articolo per inviarci le segnalazioni, corredate delle informazioni da pubblicare.

Sezione “Personaggi illustri del passato”
Avremmo bisogno di contributi originali sui seguenti profili; chi desiderasse collaborare, in termini di volontariato, a questo progetto può farlo inviando una comunicazione di disponibilità a posta@polistena.org

Continua a leggere

Pubblicato in Documenti, Personaggi Illustri, Storie e volti polistenesi | Contrassegnato , , , , | 1 commento

Omaggio a Francesco Jerace

I GRANDI ARTISTI CALABRESI/
Francesco Jerace, scultore di Polistena, discendente da una famiglia di artisti

 su “Il Quotidiano della Calabria” del 5 luglio 2009

“IL GUAPPETIELLO IMPENITENTE”
di Tonino Sicoli                                                     

Il gruppo bronzeo “L’Azione” di Francesco Jerace troneggia sul lato destro del Vittoriano, il Monumento a Vittorio Emanuele II primo Re d’Italia, noto anche come Altare della Patria, che sorge a Roma nella centralissima Piazza Venezia a testimonianza perenne degli ideali mazziniani, che portarono all’indipendenza dell’Italia. Vi si vede una  donna guerriera col vessillo, due insorti che avanzano e un leone alato per terra.
L’opera è un esempio di scultura di fine Ottocento e primo Novecento, improntata a quel verismo, che ha avuto come grandi esponenti Vincenzo Gemito, Achille d’Orsi e, appunto, Francesco Jerace.
Lo scultore la realizza nel 1911 quando la sua fama è ormai consolidata e la sua  produzione artistica è ricercatissima sia presso la committenza pubblica che in quella privata.
Jerace era nato in Calabria nel 1853 a Polistena, discendente, per parte materna, da una famiglia di artisti che aveva avuto in Vincenzo Morani, il suo ascendente più illustre. Aveva ricevuto dal nonno Francesco Morani, scultore anche lui, i primi insegnamenti del mestiere. Continua a leggere

Pubblicato in Personaggi Illustri | Contrassegnato , , | Lascia un commento